SCOPRI LE REGOLE DEL RUNNING CON IL DECALOGO DI DONNA RUN!

Sei una vera DonnaRun? Forse sì e se non lo sei, puoi sempre diventarlo! Come? Leggi cosa pensiamo della corsa e verifica se sei in sintonia con il nostro mood!

Facciamo subito una premessa: le regole vanno bene se aiutano a stare meglio, non se ci fanno sentire inadeguate e non all’altezza della situazione! Quindi tranquilla, per noi la regola numero uno è seguire il proprio ritmo e il proprio benessere. Ma, se vuoi diventare una perfetta Donna Run, non perderti il nostro decalogo con tanti utili consigli per tutte le runner. E ricorda: regole sì, ma semiserie, con i nostri consigli sarai più motivata e ti sentirai sempre “giusta”.

1 – LA CORSA È LIBERTÀ

Senti anche tu di essere prigioniera di schemi che non ti rappresentano nella vita di ogni giorno? Conosci quella sensazione di stanchezza che non ti molla, finché non metti piede in casa, chiudi fuori il mondo e ti abbandoni all’intimità del tuo nido? Non preoccuparti, è una sensazione che, prima o poi, capita a tutte di provare. Se pensi che quotidianamente dobbiamo confrontarci con tantissime regole e limitazioni (sociali, culturali, famigliari, lavorative, giuridiche e chi più ne ha più ne metta), per giunta senza impazzire, possiamo considerarci davvero delle super-eroine! Certamente quello slalom emozionale e fisico, alla lunga rischia di lasciare il segno, se non facciamo qualcosa. Quando cambiamo contesto, infatti, cambia anche il nostro modo di rapportarci alle situazioni, ci adattiamo continuamente, ogni volta che entriamo in relazione con persone e luoghi diversi. A volte tutto avviene in modo fluido, altre proviamo fatica, o addirittura possiamo arrivare a sentirci svuotate e prive di energia. In tutto questo, ricorda sempre che hai un alleato prezioso: il tuo corpo. Mettere in movimento il corpo e, in particolare, correre previene lo stress e aiuta a ristabilire un elevato livello di endorfine nel sangue. Gli ormoni del piacere, infatti, vengono prodotti fino al 500% in più durante una seduta di allenamento. Nella corsa, inoltre, puoi provare una meravigliosa sensazione di libertà. Stare all’aria aperta, muoversi a ritmi differenti rispetto al solito camminare o all’andare in automobile, ti fanno percepire tutta la potenza che il tuo corpo è capace di esprimere. Non è meraviglioso? Cosa aspetti dunque? Impara a sentirti libera e a stare bene ogni volta che vuoi. Ti basta correre!

2 – LA CORSA È NON AVERE LIMITI

Ogni volta che indossi le tue scarpette da running, puoi decidere chi essere e se iniziare o meno a volare. Cosa voglio dire con questo? Correre ci dà una sensazione di potenza che possiamo sfruttare a nostro vantaggio ed estendere anche oltre il tempo dell’allenamento. Spesso, infatti, a non permetterci un reale miglioramento, nella corsa come nella vita reale, siamo proprio noi. Uno dei limiti più grandi e difficili da scardinare è nella nostra mente. O meglio, è la nostra mente. È lei che ci suggerisce di non andare ad allenarci perché siamo troppo stanche, perché non abbiamo tempo o perché fa troppo freddo. Lei che ci fa entrare in ansia prima di una gara e sempre lei a sussurrarci che non ce la faremo mai… Ma correre, per fortuna, ci insegna anche questo: che non sempre è bene ascoltare la mente e che, a volte, bisogna affidarsi soprattutto al nostro corpo. Quando siamo all’inizio dell’allenamento, connettere corpo e mente, unire la dimensione fisica e quella spirituale, trovando l’armonia e l’equilibrio, come ci insegna la pratica dello yoga, è più difficile. Per riuscirci bisogna prima attivare il corpo. Solo allora si innescano quei meccanismi positivi, dati dalla produzione degli ormoni del benessere che ci fanno sentire in stato di grazia. Mano a mano che impariamo come funzioniamo, correre diventerà una piacevole e necessaria fonte di rigenerazione e inizieremo a percepirci forti e senza limiti, proprio come a noi piace.

3 – LA CORSA È PER TUTTE/I SENZA DISTINZIONE DI SESSO

C’è qualcos’altro da aggiungere? Sia le donne che gli uomini hanno gambe e ragioni per correre. Se le prestazioni agonistiche non sono allo stesso livello, questo è certamente dovuto a una serie di fattori, anche costituzionali, che hanno senza dubbio la loro rilevanza. L’unica nota, casomai, è che le donne runner sono ancora troppo poche e si allenano mediamente meno dei colleghi uomini. Quindi forza, che aspettate?

4 – LA CORSA È SALUTE

È scientificamente provato che correre porta una serie di innegabili benefici, sotto l’aspetto della salute sia fisica che mentale. Volete conoscere i più importanti? Eccoli: dalla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari, al controllo dell’ipertensione, alla diminuzione dei livelli di stress, fino alla prevenzione dell’osteoporosi. E siamo solo agli inizi. Pensate anche a parole come obesità, stitichezza, sindrome premestruale o disturbi della menopausa. Anche in tutti questi casi correre vi aiuta! Siete ansiose? Avete mai pensato di fare attività fisica, invece che prendere una pillola? Sempre che non abbiate patologie particolari che richiedono l’uso di medicinali, potreste riuscire a controllare l’ansia anche grazie all’allenamento costante.

Si può correre a 84 anni? Ebbene sì, e si può anche partecipare alla London Marathon!

Eileen Noble, 84 anni, il 28 aprile 2019 ha corso la London Marathon. Per il secondo anno consecutivo è risultata essere la donna più anziana in gara. Eileen si allena 4 volte alla settimana perché correre, dice, la fa sentire più felice. Noi la amiamo alla follia! E voi?

5 – LA CORSA NON HA ETÀ

Basta assistere a una gara amatoriale per rendersene conto. Oppure farsi un giretto al parco di buon mattino. Runner di ogni età si mettono in gioco, sfidando fatica e meteo avverso, per coltivare la propria passione. Quindi anche se hai superato gli anta da un pezzo, non temere, puoi farcela anche tu. E niente scuse tipo “eh, ma loro sono allenati e io no.” Non lo sei ora, ma lo sarai una volta iniziato! Quindi GO!


PRIMA MULTIVITAMINICO ACTIVE WOMAN™

Se vuoi aiutare il tuo corpo con un plus di energia, puoi provare questo integratore di vitamine e minerali specificamente formulato per le donne. Si chiama Active Women ed è attualmente in offerta con lo sconto del 40%. Approfittane subito!

Active Women, con Biotina e Ginseng, è stato pensato proprio per le donne

Questo integratore multivitaminico ti aiuta a mantenere alte le difese dell’organismo dopo gli allenamenti intensivi e supporta il tuo metabolismo. Contiene Tiamina che contribuisce alla normale funzione cardiaca, Vitamina C, Calcio, Vitamina D che mantiene forte il tuo sistema immunitario, Biotina e Ginseng per favorire resistenza, energia e vitalità.


6 – LA CORSA NON HA ORARI

Okay questa se vuoi è un po’ una provocazione che risponde soprattutto al comandamento n.1: “La corsa è libertà”. Noi sosteniamo, infatti, la piena autodeterminazione della runner. Se hai una mezz’ora libera e te la senti, puoi indossare le amate scarpe e i calzoncini e uscire fuori. Ma, ovviamente, se ti trovi nella condizione di aver appena mangiato che ne so delle pappardelle al cinghiale e fanno 35 gradi all’ombra, fossi al posto tuo ci penserei due-tre (e se non bastano anche quattro) volte! Non vorrai mica stramazzare al suolo, defunta, vero?! Quindi, sempre nei limiti del buon senso, correre non ha orari, perché se a te piace andarci di notte, nessuno ha il diritto di fermarti. Sappilo!

7 – LA CORSA È PIACERE

Mai sentito parlare dello sballo del corridore? No? Allora vediamo di riparare immediatamente! Si tratta di una sensazione di grande benessere in cui ti senti in pace con il mondo intero, potente, come se nulla potesse sfiorarti. Hai anche voglia di ridere, scherzare, senti la mente leggera e non hai bisogno di alcool o additivi per avere una dose in più di euforia, basta la chimica del cervello. Ecco, sì proprio lei, quella che nasce dall’allenamento, quando sostanze dai nomi strani come dopamina ed endorfina ti entrano in circolo nel sangue. A quel punto, infatti, la runner ha combattuto i suoi mostri e si sente forte e invincibile. Uno stato di grazia che è come l’effetto di una droga. E che, proprio come una droga, provoca dipendenza. L’unica controindicazione è che se non vai a correre una volta al giorno, poi, stai male. Ma non importa, perché noi ci andiamo!

8 – LA CORSA È CREATIVITÀ

Infatti la creatività è quella capacità che si attiva quando la mente è sgombra da pensieri inutili, o addirittura dannosi. Una precisazione: per essere creative non è necessario dipingere quadri o scolpire opere d’arte. Essere creative significa saper risolvere i problemi spinosi della quotidianità in modo nuovo, far nascere la bellezza dove c’era il buio, spegnere la noia. Ed è una diretta conseguenza del punto 7. Ancora una volta: sperimenta su te stessa, verifica i risultati e trai le tue conclusioni.

9 – LA CORSA È CONDIVISIONE

Eh sì, perché anche se sei una runner solitaria, di solito quando incontri qualcuno che coltiva la tua stessa passione, non puoi non condividerla, giusto? Inoltre, tieni presente che correre con compagne/i di running può farti solo bene. A livello di motivazione, di impegno, di stimolo a fare di più, di prestazione. E poi è un efficace antidoto alla noia. Quindi cosa aspetti? Unisciti agli altri runner, non te ne pentirai!

10 – LA CORSA È MEDITAZIONE

Fissa un punto davanti a te e inizia a correre. Durante il riscaldamento lascia le braccia morbide, scuotile, sperimenta varie andature e appoggi del piede. Slancia le gambe in avanti e procedi a grandi falcate, oppure senti il baricentro spostarsi verso il basso, trova un centro e avanza con piccoli passi, senza far oscillare il bacino. Prova, trova la tua andatura e, una volta che hai sintonizzato mente e corpo, entra sempre più in contatto con la tua parte profonda. Non c’è bisogno di sedere a gambe incrociate per meditare, a volte può essere più efficace correre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *